Unionmeccanica Confapi, Secchi nel Comitato Direttivo della categoria nazionale
10 Giu 2022

Unionmeccanica Confapi, Secchi nel Comitato Direttivo della categoria nazionale

L’imprenditore di Confapi Venezia Corrado Secchi eletto nel Comitato Direttivo di Unionmeccanica Confapi, la categoria che riunisce le aziende che operano nel settore metalmeccanico. Lorenzo Giotti riconfermato presidente.

Unionmeccanica-Confapi

Unimatica Confapi, nel corso del Consiglio Nazionale riunitosi mercoledì 8 giugno scorso a Roma, ha confermato Lorenzo Giotti alla presidenza dell’Unione di Categoria dei metalmeccanici per il triennio 2022-2025.

Giotti, cinquantasei anni, toscano, è fondatore di un’azienda nel settore dell’automotive ed è membro della Giunta Nazionale Confapi.

“Tutto il nostro sistema economico e produttivo – ha affermato Giotti  –  deve oggi fare i conti non solo con qualche pesante fardello che si porta dietro da decenni, ma anche con i postumi della crisi pandemica e con i terribili effetti di una guerra e di terremoti geopolitici che oscurano il nostro presente e futuro. Oggi più che mai, dobbiamo combattere per le istanze delle nostre imprese, che sono anche quelle del Paese. Siamo chiamati ad affrontare la sfida dell’innovazione e della transizione, nelle quali vediamo certamente opportunità a patto che siano implementate nei modi e nei tempi necessari e giusti. Tutte le parti sociali, ciascuna nel proprio ambito, devono concorrere alla crescita e al lavoro. Questo è il vero obiettivo che ci prefiggiamo per i prossimi mesi ed anni”.

Nuovo componente del Comitato Direttivo è stato eletto Corrado Secchi, delegato della categoria Unionmeccanica di Confapi Venezia, nonché Componente di Giunta dell’Associazione veneziana delle PMI e Amministratore Unico di So.Ge.Di.Co Srl di Venezia-Marghera, il quale ha dichiarato: “Assumo con molto piacere questo nuovo ruolo di rappresentanza, desideroso di avanzare le istanze del settore in cui opero anche a livello nazionale. Auguro all’esperto Presidente Giotti e a tutta la nostra squadra buon lavoro, con l’auspicio di poter collaborare proficuamente per il bene delle nostre imprese associate.”

Tutti gli articoli