Confapi, giunto a Selva di Cadore il progetto “In Viaggio”
29 Lug 2021

Confapi, giunto a Selva di Cadore il progetto “In Viaggio”

Il Progetto “In viaggio” è approdato nel Bellunese alla scoperta delle aziende della Val Fiorentina: dalle lavorazioni dei formaggi di malga ai piatti alpini di baita.

In_viaggio_Selva_di_cadore_turismo_veneto

Dopo il successo del primo tour enogastronomico presso le imprese jesolane, lungo la costa veneziana, si è svolto mercoledì 28 luglio scorso il secondo appuntamento del progetto “In Viaggio – Percorsi alla riscoperta del territorio per rilanciare il turismo in Veneto”, promosso da Confapi Venezia e Confapi Treviso con la collaborazione dell’azienda di promozione turistica TVO srl, patrocinato dalla Regione del Veneto.

La comitiva, partita da San Donà di Piave con le tappe di Portogruaro e Conegliano, ha raggiunto Selva di Cadore, in Val Fiorentina: itinerario che ha visto come protagonisti principali il settore dell’ospitalità, gastronomia e cultura delle Alpi venete.

Il “Campeggio Cadore” ha accolto i partecipanti, mostrando le potenzialità del settore ricettivo montano; nato nel 1979 dalla Famiglia Callegari e Dagai, l’impresa a conduzione familiare ha saputo in questi anni affrontare molti cambiamenti di questa particolare tipologia di turisti, ampliando le proprie offerte con qualità e passione.

malga pien de vacia  campeggio cadore

Successivamente, i transfer organizzati hanno portato i visitatori alla Malga “Pien de Vacia” sotto ai monti Mondeval e Piz del Corvo, per toccare con mano le diverse fasi di lavorazione tradizionali dei formaggi d’alpeggio, spiegate con passione da chi quotidianamente produce prodotti di alta qualità e pregio.

Il pranzo con piatti tipici presso la Baita Flora Alpina“, poi, ha soddisfatto gli appetiti dei partecipanti, con prelibati secondi piatti di carni, formaggi, polenta e dolci.

L’esperienza, infine, è terminata con la visita guidata al Museo “Vittorino Cazzetta”, importante riferimento per gli amanti della geologia, paleontologia e archeologia d’alta montagna.

Baita Flora Alpina  Museo Vittorino Cazzetta

Soddisfatto dell’esperienza, patrocinata e sostenuta dal Comune di Selva di Cadore, il referente di Confapi nel bellunese Sisto Dagai ha commentato: “Siamo contenti di poter accogliere dei turisti provenienti da territori limitrofi, che hanno così la possibilità di muoversi insieme, con serenità e un’organizzazione dettagliata in tutti i suoi aspetti, desiderosi di cogliere le belle opportunità che la nostra terra sa offrire, con le proprie eccellenze e peculiarità e respirando aria pulita.”

Per il Vicepresidente di Confapi Venezia, con delega al turismo, Roberto Dal Cin: “La bella partecipazione di turisti over 50 del sandonatese e portogruarese dimostra la bontà del progetto sperimentale e ci incoraggia per le prossime tappe; andremo a Venezia, la città nascosta tra i segreti di Cannaregio e le lavorazioni di vetro e mosaico, nel mese di Settembre; a Ottobre sarà la volta di Valdobbiadene, con un tour dei vini sulle colline Patrimonio UNESCO, per poi concludere nel mese di Novembre ad Oderzo, con la visita alla città romana tra birra e salumi artigianali.”

Tutti gli articoli