ConfapiD, eletto il Consiglio Territoriale del gruppo donne imprenditrici di Confapi Venezia
23 Lug 2021

ConfapiD, eletto il Consiglio Territoriale del gruppo donne imprenditrici di Confapi Venezia

Eletti i vertici di ConfapiD Venezia, il Gruppo Donne Imprenditrici formato da donne titolari, socie o legali rappresentanti di imprese associate a Confapi Venezia. Bianca Cori è la Presidente.

Confapid_venezia_eletto_consiglio_direttivo_presidente_Cori

Si è riunito giovedì 22 luglio scorso, presso l’Omnia Hotel di Noventa di Piave, il Gruppo Donne Imprenditrici di Confapi Venezia, allo scopo di eleggere il Consiglio Territoriale e la Presidente dalle donne titolari o socie e legali rappresentanti delle imprese iscritte all’Associazione delle PMI della Città Metropolitana di Venezia.

Confapi Venezia oggi rappresenta oltre 300 aziende che impiegano circa 4500 dipendenti. Queste aziende sono dislocate in Veneto, prevalentemente nelle province di Venezia e Rovigo e svolgono attività nei vari i settori sia produttivi che di erogazione di servizi. 87 di queste aziende, con un numero di 1312 dipendenti, sono guidate da donne.

Dopo vari incontri nei mesi scorsi, con entusiasmo è nato il gruppo pronto a gettare le basi a progettualità future che si ritengono fondamentali per disegnare l’ambiente professionale a misura femminile.

ConfapiD, quindi, nasce per consentire una maggiore valorizzazione delle professionalità delle donne imprenditrici associate e per favorire al contempo l’interscambio delle esperienze tra il centro nazionale ed i vari territori regionali e provinciali.

Gli obiettivi che il Gruppo si è posto sono:

  • Promuovere e valorizzare il ruolo e l’immagine delle donne imprenditrici.
  • Promuovere la crescita professionale delle donne imprenditrici e delle loro specificità culturali e sociali.
  • Promuovere l’incontro, il confronto, il dibattito, tra le donne imprenditrici associate.
  • Promuovere la divulgazione e la ricerca di nuove soluzioni agli specifici problemi istituzionali, sociali, politici, economici e tecnici delle PMI femminili.
  • Promuovere la partecipazione ed il graduale inserimento delle donne imprenditrici nella vita associativa Confapi.
  • Delegare proprie rappresentanti nelle strutture nazionali della ConfapiD.

 

marco_zecchinel_confapid  Giovanna Boschis ConfapiD

Le componenti sono: Luigina Barbuio, Krista Boschian, Fiorella Cappato, Cheti Ciuto, Bianca Cori, Nicoletta Milani, Elena Pegoraro, Eleonora Pizzuti, Alessia Rossi, Sonia Saccon, Ilenia Scantamburlo, Silvia Sardena e Maria Laura Turati.

Presidente è stata eletta Bianca Cori, la quale ha dichiarato soddisfatta: “In base alla mia esperienza di imprenditrice donna, ritengo che sia arrivato il momento del cambiamento, un momento decisivo per il futuro delle nostre realtà aziendali e il fatto che noi siamo riunite qui oggi ne è testimonianza.

Oggi molte cose stanno cambiando e la leadership al femminile possiede le caratteristiche per indirizzare questa evoluzione, grazie alla sensibilità ai temi sociali oltre che professionali.”

Nel confronto si è discusso di “shecession”, un nuovo termine per definire la recessione economica femminile, aggravata dalla crisi pandemica da Covid-19.

I dati nazionali sulla perdita del lavoro delle donne e sul precipitare dell’occupazione femminile, infatti, si ripetono anche nel Veneto. Lo hanno confermato i sindacati lo scorso marzo: il 70% delle richieste nella nostra Regione dei bonus per chi ha perso lavoro (contratti a tempo determinato nel turismo, cultura e spettacoli) arrivano da donne. E l’89% dei congedi straordinari per restare a casa a seguire i figli sono stati chiesti da donne.

Il tasso di occupazione femminile (15-64 anni) in Veneto, al terzo trimestre 2020 è calato di 2,6 punti rispetto al 2019. E nel 2020 una donna su 4 non ha trovato lavoro. Le assunzioni di donne, nel 2020 sono state solo 282 mila, rispetto alle 363 mila del 2019. Oggi il livello di inattività è arrivato fino al 40%. Per le donne occupate, gli stipendi sono ancora lontani dalla parità di genere.

Questi dati ci dicono che c’è ancora grande arretratezza culturale e sociale nelle infrastrutture a servizio della famiglia e quindi a sostegno della professionalità delle donne. Il dato positivo è che la leadership femminile in Italia è in costante e netta ascesa negli ultimi 20 anni; oggi 1 lavoratore su 2 è donna, e il 21,93% dei top manager è donna.

Ma non è sufficiente e anche per questa ragione è nato il gruppo territoriale sulla scia del nazionale dal quale era collegata da Torino la sua Presidente Giovanna Politano Boschis.

Intervenuta per un suo saluto, la Presidente nazionale di ConfapiD ha descritto la positiva esperienza intrapresa qualche anno fa, congratulandosi con tutte le donne imprenditrici presenti all’evento per l’energia e i progetti illustrati a sostegno dell’imprenditoria femminile nel territorio veneziano.

Bianca Cori presidente Confapid Venezia  elezione consilio direttivo confapid venezia

Il Presidente di Confapi Venezia, Marco Zecchinel, ha commentato: “L’affermazione di una leadership femminile non può prescindere dalla questione dell’emancipazione economica delle donne. Tale emancipazione è la chiave per l’uguaglianza di genere e per le economie in crescita. Sappiamo, dall’esperienza dalla crisi pandemica, che le donne sono tra le persone colpite in modo più rilevante sul piano economico ma dobbiamo esser consapevoli che, quando la sicurezza economica individuale delle donne migliora, la loro partecipazione al lavoro e alla leadership ha benefici per le imprese, l’industria e l’intera società.

La nostra ambizione è quella di contribuire a creare un ambiente professionale e sociale che sappia accogliere le differenze di genere, cogliere le opportunità di una leadership integrata, partendo dalle nostre realtà locali.

Il futuro del nostro paese passa dalla nostra capacità di liberare l’incredibile talento imprenditoriale delle donne.”

Articoli correlati

Tutti gli articoli